Questione di attitudine - FD Mental Coaching - Mental coaching in sport, business and health care

Fausto Donadelli

mental coaching in sport, business and health care

Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental coaching Lugano
Vai ai contenuti
Mental Coach
Mental Coaching Lugano

Questione di attitudine

Mental coaching in sport, business and health care
Pubblicato da in Pensieri ·
Tags: faustodonadellimentalcoachingsuccessoattitudine

"Ti sei mai chiesto che differenza c’è fra chi riesce ad avere successo nello sport, nel lavoro, nella vita di tutti i giorni e chi, al contrario, sembra non centrare nemmeno un obiettivo?

La risposta per me si può rappresentare con un'unica parola: “attitudine”.

Ebbene sì, nella vita tutto è questione di “attitudine mentale”.

Perché per poter dirigere le proprie energie in maniera tale da poter realizzare gli obiettivi desiderati senza sforzo eccessivo è fondamentale avere l'attitudine giusta.

Ed allora, come fare la differenza?

Non sempre è facile, complici anche le “strutture mentali” che sembrano governare il nostro modo di pensare ed agire.

È necessario procedere un passo per volta, con dedizione e tanta capacità autocritica.

Analizzando il significato letterale della parola “attitudine” si fa riferimento ad inclinazione, o meglio a “predisposizione d’animo”.

  • Hai mai fatto caso a qual è la tua predisposizione d'animo?  Prova a chiedertelo ora, in questo preciso istante.
  • Segui la “giusta via” o ti senti forse vittima delle convinzioni limitanti attraverso le quali sei stato “programmato”?
  • Sai cosa fa la differenza fra una persona di successo ed una persona "non destinata" ad averne?

Il tipo di programmazione e la conseguente attitudine derivante dal “programma” registrato nel suo cervello, perché non si diventa campioni nello sport o nella vita per “puro caso".

Mettitelo bene in testa: “il caso non esiste”.

Se credi ancora al caso e pensi di essere vittima di un "destino crudele" invece che di programmi auto-sabotanti ricevuti attraverso l'educazione sei liberissimo di smettere la lettura in questo preciso istante, perché quello che ho scritto è riservato solamente a chi è realmente predisposto al cambiamento scegliendo di smettere di credere nel caso e nel destino.

È quando comincerai il tuo lavoro per cambiare programma mentale che capirai quali sono state le direttive che ti hanno impartito da bambino e che ancora ora ti porti dietro.

Osservati nel quotidiano, nelle relazioni sentimentali, lavorative, sociali, perché questo servirà a farti scoprire qual’è la tua attitudine e soprattutto se è idonea a farti realizzare i tuoi obiettivi, i tuoi sogni.

Se ti accorgerai che va tutto come hai sempre desiderato, bè in questo caso potrai continuare per il tuo percorso.

Diversamente, se percepirai qualcosa che ostacola il tuo successo in uno o più campi della tua vita, direi che è arrivato il tempo di riprogrammarti in modo da poterlo fare, ora.

Sperimenta degli approcci diversi nelle attività in cui, fino a quel dato momento, non hai ottenuto i risultati sperati e ti accorgerai che a volte ti basterà semplicemente cambiare una sola parola nel tuo vocabolario quotidiano per poter ottenere subito i risultati desiderati.

Naturalmente prima far questo occorrerà individuare le convinzioni limitanti che, fino a quel momento, hanno sabotato la tua capacità di riuscita.

Facciamo un esempio pratico: poniamo che tu volessi vincere una gara sportiva ma nel profondo del tuo io temi l’avversario.

Inconsciamente attui una strategia di auto-sabotaggio capace unicamente di toglierti energie, facilitando la possibilità di sconfitta.

Ecco che allora, piuttosto che partire con questo stato d'animo, potresti cambiare attitudine smettendo di sprecare energie nel timore degli avversari e utilizzandole per migliorare le tue prestazioni.

Invece di dire: “ci sono persone più forti di me che sono dei campioni”, comincia a dirti: “siamo tutti sullo stesso piano e anche i campioni, prima o poi, vengono battuti!

Perché è evitando di etichettare in maniera negativa le situazioni che ti ritroverai a non sprecare energie e migliorerai al contempo le tue prestazioni globali! In qualsiasi campo senza alcuna esclusione."

Fausto Donadell


Mental coaching in sport, business and health care | Lugano | Canton Ticino | Swiss

Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coaching Lugano
Mental Coach Lugano
Torna ai contenuti